Modello di assicurazione

Come si sceglie il modello di assicurazione?

Quando si stipula un’assicurazione di base (LAMal), ci verrà chiesto di scegliere tra diversi modelli. È importante scegliere quello giusto per le nostre esigenze perché può influire parecchio sul costo finale della polizza.

In questo articolo vi spieghiamo i modelli di assistenza sanitaria più comuni.

La più cara

Abbiamo scelto di chiamarlo così perché tra i modelli offerti è sempre il più costoso. Molte assicurazioni la chiamano BASIS e ha le seguenti caratteristiche:

  • Permette di scegliere liberamente il proprio medico di base senza alcuna limitazione;
  • Permette di recarsi dal medico specialista senza dover passare dal proprio medico curante. Il medico specialista può essere scelto liberamente senza nessuna limitazione.

Telemedicina

Questo modello prevede che il primo contatto con un medico avvenga tramite telefono o tramite video conferenza (di solito gestita tramite un’applicazione smartphone specifica).

Il costo di questo modello assicurativo è di solito il più basso.

Il medico generalista vi fornirà una consulenza gratuita telefonica. Tale consulenza è però vincolante: nel caso in cui aveste bisogno di accertamenti specifici bisognerà recarsi dal medico specialista indicato dal medico che vi ha fornito la consulenza telefonica.

Pagando qualche franco in più, è possibile scegliere un modello di telemedicina non vincolante. In pratica, dopo la consulenza telefonica possiamo recarci da un medico specialista di nostra scelta.

Medico di famiglia/HMO

Questo modello è il più simile al sistema sanitario italiano. Ci verrà chiesto di scegliere un medico di famiglia che sarà sempre il nostro riferimento in caso di problemi di salute.

È il nostro medico di famiglia che ci prescriverà le visite specialistiche necessarie. Gli accertamenti specifici devono essere sempre prescritti dal medico di famiglia.

Il medico di famiglia deve essere scelto da una rete di medici specifica che varia da assicurazione ad assicurazione. Alcuni esempi sono le reti di medici: NetMed, CareMed, Delta. Quindi è bene assicurarsi che il medico scelto sia associato alla rete di medici approvata dall’assicurazione con cui stiamo stipulando la polizza.

Con la sigla HMO viene definito un centro medico.

Questo modello prevede infatti la possibilità di scegliere un centro medico invece di un medico di famiglia specifico.

Nel centro medico troveremo sempre un medico generalista a nostra disposizione.

Quali sono i vantaggi? Sarà molto facile ottenere un appuntamento per una visita medica generalista. Inoltre se fosse necessaria una visita specialistica è possibile farla all’interno del centro medico stesso. Nel centro HMO infatti sono presenti anche medici specialisti.

Quali gli svantaggi? Non saremo seguiti sempre dallo stesso medico.

Prima di scegliere il modello HMO bisogna assicurarsi di avere un centro medico convenzionato con l’assicurazione con cui stiamo stipulando la polizza.

La maggior parte dei centri medici è affiliata alle reti: MedBase, CasaMed, Remed.

Conclusioni

La scelta del modello deve essere fatta in base alle nostre esigenze.

Se una persona gode di buona salute, potrebbe preferire risparmiare qualche soldo e scegliere quindi in base al prezzo finale.

Una persona che preferisce un sistema simile a quello italiano sarà indirizzata verso il modello medico di famiglia.

Va ricordato che scegliendo il modello medico di famiglia, dobbiamo sempre passare da lui prima di ogni visita specialistica. Questo significa che per ogni visita specialistica ci verrà fatturata anche la visita dal nostro medico di famiglia. La scelta va dunque ponderata in base anche alla franchigia scelta.

Scegliere la franchigia

La scelta della franchigia è un fattore importante che determina il costo mensile dell’assicurazione sanitaria di base (LAMal).

La franchigia è il contributo alle spese mediche massimo che dobbiamo pagare annualmente alla nostra assicurazione sanitaria. Gli adulti possono scegliere una franchigia che va da un minimo di 300CHF fino a un massimo di 2500CHF.

Costo annuale:

Considerando l’assicurazione sanitaria più economica a Ginevra nel 2020 (Assura):

Franchigia (CHF)Costo mensile assicurazione (CHF)Costo annuale assicurazione (CHF)
3004305160
25003123744

Come potete osservare, la scelta della franchigia influisce molto nella costo annuale della vostra assicurazione sanitaria.

Cos’è l’aliquota percentuale?

L’aliquota percentuale è quel contributo che dovete pagare dopo che avete terminato di pagare la franchigia. Da quel momento infatti, la vostra assicurazione copre il 90% delle spese mediche e vi addebita il 10%. L’aliquota percentuale ha un valore massimo di 700CHF.

Facciamo un esempio:

Se si stipula un’assicurazione sanitaria con la franchigia a 300CHF e durante l’anno spendo 3200CHF in spese mediche, l’aliquota percentuale è calcolata in questo modo:

Spese mediche (3200CHF) – Franchigia (300CHF) = 2900CHF

2900CHF*10% = 290 CHF

L’ammontare della nostra aliquota percentuale sarà di 290CHF.

Con Assura (anno 2020 a Ginevra), la spesa annua complessiva sarà di: 430CHF*12 + 300CHF + 290CHF = 5750CHF.

Quale franchigia scegliere:

In questo grafico potete osservare una simulazione sul costo annuale in base alle spese mediche a cui andrete incontro. La simulazione è fatta scegliendo l’assicurazione sanitaria più economica a Ginevra (Assura).

Godete di buona salute?

Se fortunatamente godete di buona salute e non prevedete di avere grosse spese mediche o di fare terapie, allora la franchigia a 2500CHF è la più adatta per voi. Il costo dell’assicurazione sarà fissato solamente dal canone mensile.

Avete qualche malanno?

Se avete qualche malanno o semplicemente volete essere tranquilli quando andate dal medico senza essere terrorizzati dalla fattura, potete scegliere una franchigia più bassa. Nel grafico potete vedere che se avete più di 2000CHF di spese mediche annue, la scelta della franchigia a 300CHF è più vantaggiosa.

L’assicurazione sanitaria complementare

Si tratta di un’assicurazione non obbligatoria, diversa dall’assicurazione sanitaria di base (LAMal), della quale abbiamo parlato in questo articolo. Per stipulare una complementare, bisogna compilare un questionario sul proprio stato di salute; a differenza della base, l’Assicurazione (“cassa malati”) può rifiutare o formulare riserve sulla vostra richiesta.

Assicurazione di base e complementare non devono necessariamente essere stipulate con la stessa cassa malati.

Cosa offre:

Le complementari offrono una grandissima varietà di prestazioni aggiuntive, di servizi ulteriori e altre coperture rispetto alla base, solitamente in pacchetti già fatti. Le coperture più comuni (e interessanti) sono: cure all’estero, medicina alternativa (osteopatia, massaggi, psicoterapia…), corsi pre e post-parto, prevenzione (check-up e fitness), lenti e occhiali, salvataggio e trasporto in ambulanza, medicinali non coperti dalla base ecc. ecc.

Altra prestazione molto gettonata riguarda la degenza ospedaliera, perché la sola base prevede il reparto comune e non copre eventuali differenze di costi rispetto al cantone di domicilio. Si parla di complementare:

  • “reparto comune”: copre solo i differenti costi di degenza tra il cantone di domicilio e gli altri, in camera comune, senza scelta del medico;
  • “semi-privata”: camera doppia, operazioni svolte dal medico del reparto;
  • “privata”: camera singola, operazioni svolte dal primario.

Come per la base, anche per le complementari vi consigliamo di farvi un’idea su internet (ad es. su comparis.ch) e di rivolgervi poi per la stipula a un buon assicuratore freelance (che lavora per più assicurazioni) .

A nostro avviso, per una persona mediamente sana e senza particolari esigenze, la complementare non è indispensabile, ma fortemente consigliata solo per un paio di prestazioni: l’ambulanza e l’estero. Il discorso ovviamente è diverso se avete esigenze particolari in termini di terapia di medicina alternativa, corsi pre e post-parto, psicoterapia ecc.

Volete qualche nome di assicuratore? Qualche consiglio su quale assicurazione scegliere? Scriveteci una email 😉